ZEROTONDO.

È talmente domenica; per di più calda e opprimente.Ho finito le sigarette e mancano troppe ore per andare a dormire.

Non c’è nessuno con cui parlare, nessuno che sappia ascoltarti, nessuno a cui tu non debba spiegare l’ovvio.

No, non è successo niente.

No, non mi hanno fatto nulla.

Non basta quello che già c’è? Quello che mi hanno già fatto?

Quello che non riesco più ad affrontare perché non dura da un giorno, ma si protrae da anni?

Cazzo… “Attraversare un brutto periodo” presupporrebbe un tempo limitato: qui, altro che 15/18. 

Qui, guerra, fame, carestia e disperazione.

Sono emotivamente a terra. Non ho forze per combattere, per sperare e neanche per farmi scivolare le cose addosso.

Tantomeno per cercare di spiegarmi.

Zero voglia.

Zero stimoli.

Zero.

  

Annunci

2 pensieri su “ZEROTONDO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...