DI TE MI PIACE CHE ANCORA NON CI HO CAPITO UN CAZZO.

Un via vai di gatti in fila per il momento coccole serale, il mio giochino scacciapensieri che non ha bisogno di particolare attenzione sul pc, facebook spento, te… in chat.
Solo una cosa sarebbe più dolce di questa serata: il pc spento, il cellulare abbandonato sul comodino, te… qui!
Non ci sarebbe neanche bisogno di chiacchiere: a parlare sarebbero i nostri baci, le tue mani, i miei silenzi.
La notte avvolgerebbe noi, intrecciati in un abbraccio, occupati a scoprirci. Ci cullerebbe dopo l’amore, proteggerebbe i nostri viaggi notturni.
Sai, dicono che, quando due persone dormono insieme, l’attività onirica si fonda in un unico sogno.
Non so se sia vero, ma a me piace credere alle favole.
Te ne racconto una, brevissima, che è tardi e sento il bisogno di riposare la mente, occupata da tutte le emozioni belle che mi doni e dagli scazzi del quotidiano.
C’era una volta l’AntiPrincipeAzzurro, che non desiderava nessuna storia impegnativa, nessun legame, nessun coinvolgimento. Una sera, incontrò Alice Stregatta, che non voleva un uomo neanche a pagarlo. I due, inaspettatamente, si piacquero. I due, contro ogni logica, si videro tre volte di fila. I due, stranamente, desideravano che gli incontri si ripetessero.
I due, con assoluta leggerezza, riuscivano a godere della compagnia l’uno dell’altra: da lontano ma vicini, presenti ma non pressanti, coinvolti ma non… Ma non un cazzo.
Coinvolti, punto. Senza regole, senza definizioni, senza etichette.
In questa favola mancano l’orco cattivo, il drago e la strega.
Non ci sono fughe nè colpi di scena.
In questa favola c’è solo un quaderno a quadretti sul quale scrivere, pagina dopo pagina, giorno dopo giorno, un capitolo alla volta.
Perchè a quadretti? Semplice: per andar più facilmente fuori dalle righe, stravolgere gli schemi, non seguire alcuna linea pre-tracciata.
Per disegnarci spirali d’infinito, per dipingerci con tutti i colori dell’arcobaleno.
Un quaderno a quadretti come alle elementari, perchè è così che mi sento… Una bimba il primo giorno di scuola, gonfia d’emozione e con la voglia di imparare tante cose nuove.
Una su tutte… (A) Conoscere te.

IMG_7341

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...