ANCORA…

Nuda. Legata. Usata a suo piacimento. Segnata dai suoi colpi.
In preda alla spossatezza degli orgasmi che le aveva donato.
Aveva voglia di toccarlo; il fatto che non potesse non faceva che accrescere quel desiderio.
Accarezzarlo, graffiarlo, far scivolare le mani sul suo petto, sulla schiena. Sui glutei.
Spogliarlo, finalmente, che era ancora vestito. Sbottonargli la camicia, lentamente, slacciargli i pantaloni, sfilargli gli abiti e sentire il calore della sua pelle sotto le dita.
Pelle contro pelle. Averlo di nuovo addosso, dentro, ma nudo.
Spogliarlo dei vestiti e del suo ruolo, rifare sesso con amore.
Amore. “Amore, ti prego, slegami.”
Amore… Un amore carnale.
Un amore che non aveva mai pensato di poter provare.
Un amore infinito, totale.
Totalizzante.
“Ti prego…”
Ma non era ancora tempo di toccarlo.
Lui aveva deciso così.
E quel che decideva lui, era ciò che lei, intimamente, desiderava.
Avrebbero avuto tempo di essere amanti.
Al momento, lei era nuda, legata: il suo strumento di piacere.
“Ti prego… Ancora…”

IMG_7122

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...