SEI DISORDINE NEL CAOS.

Mio Adorato, mio Signore, mio Padrone.
Il desiderio divampa avvampandomi le guance, mi bagno di pensieri per te, Ti aspetto. Mi abbevero alla fonte di Eros, mi nutro delle tue attenzioni, mi avvolgo nel tuo abbraccio.
Hai cura di me, mi forgi, mi tempri e mi rafforzi. Mi plasmi e mi dai forma seguendo le tue inclinazioni e la mia natura.
Mi ami. Ti venero.
Nuda al tuo cospetto, ti porgo sui palmi anima e frusta.
Blandisci l’una e brandisci l’altra.

Mi scopro vestita delle tue carezze, sempre più intime, eccitanti; preparano la mia carne alla frusta, che sa domarla, eccitarla, placarla dopo averla fatta esplodere di desiderio.

Godremo l’uno dell’altra.
Tu, belva feroce. Io, consapevole preda.
Porterò con orgoglio i tuoi segni.
Ne sbiadirà solo il rossore, perché rimarranno impressi a fuoco nella nostra memoria. Ci accompagneranno fino al prossimo incontro.
Tua. Mio.

2015/01/img_6876.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...